x

04 dic 2016 19:16:53 GTM 0

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un grande mutamento sociale e culturale nel modo di percepire la disabilità. Un trasformazione che è avvenuta sia all’interno che all’esterno di questo mondo così complesso.
All’interno, è cambiato il modo con cui le persone con disabilità vivono la propria condizione, le proprie relazioni sociali, la possibilità di costruirsi un futuro.
All’esterno, tentando di eliminare pregiudizi e paure, creando così una società più aperta, in grado di riconoscere diritti e bisogni una volta impensabili per le persone con disabilità. Non è più insolito, infatti, sentir parlare di disabilità e sport, disabilità e tempo libero, disabilità e turismo, disabilità e informazione. Esiste però, una società che è ancora preclusa ai disabili in molti suoi aspetti, una società dove la mobilità è un problema molto spesso insuperabile, dove solamente il sedici per cento dei portatori di handicap, in età lavorativa, è occupato e dove la partecipazione alla vita sociale è minima e non soddisfacente.
Ma l’apertura all’handicap di molti settori della società, è innegabile, anche se molto spesso solo teorica, ed è frutto di un lungo cammino che passa attraverso leggi, battaglie per i diritti, mass media e sviluppo culturale e sociale, che porta ad una rappresentazione sociale del fenomeno radicalmente diversa e più umana.
Il percorso che ha portato all’affermazione di questa nuova rappresentazione è la base da cui partire per un’analisi delle esigenze e dei bisogni delle persone con disabilità. Non esiste solo una richiesta “teorica” di integrazione e di inclusione nella società, ma anche un bisogno concreto di strumenti che permettano una vita indipendente, la possibilità di progettarsi un futuro, di scegliere come impiegare il proprio tempo.
Ed é proprio l’integrazione, in tutti i suoi aspetti, l’obiettivo della Polisportiva Disabili Foligno che attraverso le sue diverse attività ha cercato e cerca di arrivare a tracciare una figura di disabile nuova, a cui la società riconosce bisogni ed esigenze nuove, punto di partenza necessario per realizzare un’integrazione concreta.
La nostra Polisportiva è lo strumento attraverso cui formare un’opinione pubblica attenta e consapevole, e fornire un’immagine reale della disabilità . Un’immagine lontana dagli stereotipi della tragedia e della pietà, una rappresentazione delle risorse e non solo delle difficoltà , della battaglia per l’emancipazione e non solo per l’assistenza.

Qualora fossi intenzionato ad sostenerci nel nostro cammino, per il raggiungimento dei nostri obiettivi potrai farlo mediante bonifico bancario presso la Cassa di Risparmio di Foligno sede centrale ABI 06165 CAB 21700 c/c n. 80164, con la causale" contributo attività polisportiva".


sottoscrivi rss news News: SERVIZIO CIVILE

VOLONTARIATO: IL SERVIZIO CIVILE CON LA POLISPORTIVA DISABILI FOLIGNO.

leggi
 
Realizzato con base Openasp 2.0 - GPL License - homepage
valid xhtml valid xhtml